E' giusto dare i compiti delle vacanze?

Se ti va di discutere il sondaggio clicca sul seguente collegamento e lascia un commento: http://ilmondodellascuola.blogspot.it/2013/06/e-giusto-dare-i-compiti-delle-vacanze.html

giovedì 1 luglio 2010

L'orario scolastico - FET: un esempio, l'inserimento dei dati principali

Condividi questo articolo
Per spiegare meglio il funzionamento di FET ho preparato un esempio scaricabile cliccando sul seguente link:
La versione di FET che ho usato è stata la 5.13.3, quindi l'esempio funzionerà sicuramente con quella e con tutte le successive.
E' mia intenzione nei prossimi articoli descrivere passo passo quello che ho fatto. In questo articolo indicherò come inserire i dati principali.

L'esempio, del tutto inventato, si riferisce ad una scuola media di tre sezioni su due sedi (A e B in Centrale, C in Succursale). Le lezioni si svolgono cinque giorni a settimana, sei ore al giorno, per un totale di 30 ore settimanali. Il piano di studi è relativo alla struttura in vigore fino al 2009. Sono presenti due ore di copresenza per ogni classe, e alcuni professori di lettere hanno tre ore settimanali di disponibilità.

Nella figura seguente potete vedere la schermata principale di FET. E' suddivisa in un menù superiore e in una serie di schede. Nell'immagine è selezionata la scheda File, dalla quale è possibile salvare il file con i dati inseriti o caricarne uno già creato. I dati sono salvati in formato xml, da File nella barra del menù è, inoltre, possibile esportare ed importare il file dati in formato testo scegliendo il separatore tra i dati, in questo modo è anche possibile importare i dati in Microsoft Excel.


In questo articolo analizzeremo la scheda Dati, grazie alla quale è possibile inserire i dati principali del nostro problema. I vincoli verranno invece inseriti nelle schede Tempo e Spazio


Se si clicca su Base compare un menù grazie al quale possiamo inserire il nome della scuola, alcuni commenti, il numero di giorni a settimana e le ore giornaliere. Possono essere immaginati orari su più settimane. Se i giorni non sono tutti sulle stesse ore, basterà inserire dei vincoli nelle apposite schede per specificare in quel determinato giorno quando si fa lezione.



Cliccando su Insegnati è possibile aggiungere/rimuovere/modificare gli insegnanti. L'esempio è stato immaginato con insegnanti che completano l'orario in altre scuole, o che hanno un orario parziale. Non ho usato nomi, bensì un codice che mi indica la materia insegnata e le classi/sezioni nelle quali il professore insegna. Ar (A-B-C) è il professore di Arte delle sezioni A, B, C. EF sta per Educazione Fisica, In per Inglese, Le per Lettere, Ma per Matematica, Mu per Musica, Re per Religione, Sp per Spagnolo, Te per Tecnologia. I professori di lettere sono di due tipi: Le (1x-2x) e Le (1x - 3x). I primi fanno 7 ore (cioè Italiano) in prima e 11 in seconda. Gli altri fanno 4 ore (Storia e Geografia) in prima, 11 in terza e hanno 3 ore di disponibilità.

Per comprendere il significato di Abilita/Disabilita tutte le attività legate all'insegnante selezionato è necessario introdurre il concetto di attività. Le attività possono essere viste come le lezioni che devono essere svolte, sono le entità che il software deve piazzare. Delle attività parlerò in uno dei prossimi articoli. In pratica questi due pulsanti permettono di trascurare tutte le attività legate a quel docente.

La finestra è formata da due colonne, in quella di destra è riportato l'elenco dei docenti, in quella di sinistra tutti i vincoli assegnati. Vedremo come aggiungere i vincoli in un altro articolo, nel file dati sono comunque già presenti.


Se dalla scheda Dati si clicca su Avanzate e poi su Statistica insegnanti è possibile vedere quante attività e quante ore fanno tutti i docenti. Appare subito chiaro quali sono i docenti che non fanno 18 ore nella scuola. Questi dati vengono aggiornati mano a mano che vengono inserite le attività. Dato che un'attività può anche durare due ore (magari per i compiti in classe) le due colonne non sempre coincidono.

Le statistiche aiutano anche nella ricerca di eventuali errori di inserimento.


Se dalla scheda Dati si clicca su Studenti è possibile inserire il numero di anni (ho messo 3 anni perché è una scuola media), il numero di gruppi per anni (ho messo le 3 sezioni), eventuali sottogruppi per classe (ad esempio ragazzi e ragazze). E' possibile anche inserire il numero di studenti o far generare le sezioni alla finestra Anni, ma io preferisco inserire questi dati manualmente. Il numero di alunni può essere utile se si devono gestire aule o attività con un numero massimo di studenti ammissibili. A me non è mai capitato.



Se dalla scheda Dati si clicca su Avanzate e poi su Statistica studenti è possibile vedere numero delle attività e durata totale delle lezioni settimanali per ogni gruppo di studenti. Utile per ricontrollare di non aver commesso errore.


Se dalla scheda Dati si clicca su Materie si apre una finestra che permette la  gestione delle materie. Le ricapitolo aggiungendo come informazione il numero di ore settimanali. Questo dato viene inserito collateralmente all'inserimento delle attività.

Ar: Arte, 2 ore
EF: Educazione Fisica, 2 ore
In: Inglese, 3 ore
It: Italiano, nelle prime, 7 ore
Le: Lettere, solo nelle seconde e nelle terze, 10 ore
Ma: Matematica e Scienze, 5 ore
Mu: Musica, nelle prime 2 ore, nelle seconde e nelle terze un'ora
Re: Religione, un'ora
SG: Storia e Geografia, nelle prime, 4 ore
Sp: Spagnolo, 2 ore
Te: Tecnologia, 2 ore
Ma/Te: Copresenza Matematica - Tecnologia, un'ora
Le/Mu: Copresenza Lettere - Musica, nelle seconde e nelle terze, un'ora
It/Ge: Copresenza Italiano - Geografia, nelle prime, un'ora
Dis: Disponibilità (lo so, non è una materia, ma mi serve per assegnarla ai docenti che ce l'hanno)


Se dalla scheda Dati si clicca su Avanzate e poi su Statistica attività è possibile fare un riepilogo di tutte le ore e le attività assegnate.



Se dalla scheda Dati si clicca su Spazio è possibile definire gli Edifici, in questo caso Centrale e Succursale, e le Aule.



Per quanto riguarda le aule è possibile inserire la capienza massima. Io ho creato un aula per ogni gruppo di studenti, con lo stesso nome. In pratica esiste un gruppo 1A di studenti e un'aula 1A, poi vincolerò gli studenti a fare quasi tutte le lezioni in quell'aula. Le aule possono avere nomi diversi dai gruppi di studenti e gli studenti possono anche spostarsi da un aula all'altra. FET è molto flessibile, funziona con la scuola italiana, ma anche con scuole di altri paesi e università. Per ogni aula devo anche indicare l'Edificio.

Ho definito anche le palestre PC1, PC2 e PS. Le prime due sono in centrale, la terza in succursale. Educazione Fisica sarà vincolata ad essere svolta in palestra. Definire due palestre in centrale, oltre ad essere una possibilità, quella scuola ha due palestre effettivamente, è un trucco per poter permettere a due gruppi di studenti di usare contemporaneamente la palestra. Con così poche classi non era necessario, ma per scuole molto grandi definire più palestre virtuali permette a più gruppi di studenti di usare la risorsa contemporaneamente.
Infine ho definito anche SPC e SPS, la sala professori in Centrale e Succursale, nelle quali farò svolgere le disponibilità. E' chiaro che i professori non saranno obbligati a stare nella sala professori, ma a me serviva definire un luogo dove mettere i professori durante queste ore.


A conclusione vorrei aggiungere che queste sono state le mie scelte, ma che magari era possibile fare anche scelte differenti. Se avreste operato scelte diverse condividetele, se volete, con un commento.

Per maggiori informazioni su FET:

Post Scrittum del giorno dopo.
Rileggendo l'articolo mi rendo conto di aver saltato nella scheda Dati i tre pulsanti Chiavi, Attività e Subattività. Di questi ultimi due ho già detto che parlerò in uno dei prossimi articoli. Invece Chiavi me lo sono proprio dimenticato. Il motivo è semplice, non l'ho mai usato. Se ci cliccate sopra si apre una finestra simile a quella che si apre cliccando su Materie. Le Chiavi sono informazioni aggiuntive e opzionali che possono essere utilizzate per caratterizzate delle attività. Citando dal sito di Marco Barsotti (http://ilpassodellupo.it.gg/):

Sono chiavi della materia, ad esempio, l'esercitazione, la lettura, il laboratorio, la teoria, la pratica ecc. Se una attività deve iniziare alla prima, terza o quinta ora, la proprietà dell'attività può definirsi dispari. Se una attività deve essere svolta di mattina piuttosto che di pomeriggio, la proprietà relativa potrebbe dirsi mattino.
L'uso di queste chiavi (proprietà o caratteristiche) dell'attività è strettamente legato ai vincoli, alla loro definizione e in particolare all'uso degli orari preferenziali.

11 commenti:

  1. Scusa ho bisogno di aiuto, la mia scuola ha una schedulazione delle ore che prevede le prime 4 ore di 60 minuti e l'ultima di 90, per un totale di 5 e mezzo al giorno per 5 giorni. C'è un software che permette di gestire questo tipo di ore?
    Grazie
    Elena

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    purtroppo non conosco le caratteristiche di altri software per fare orari. Quando ho iniziato ho trovato questo e mi sono subito trovato bene. Di nome ne conosco altri due, EDT e Orario Facile, ma sono commerciali. Prova a vederne le caratteristiche.

    Ma voi fate 27.5 ore a settimana? Sai già quante ore fate a materia e qual è la materia che si fa la mezz'ora?

    In una scuola media nella quale ho insegnato facevano 6.5 ore al giorno per quattro giorni e il venerdì 6 ore (sabato libero), per un totale di 32 ore settimanali. Io insegnavo una materia che prevedeva 3 ore settimanali e in una classe facevo 90 minuti un giorno e 90 un altro.

    Mi chiedo se nel tuo caso non sia possibile piazzare a priori le attività da 90 minuti, anche perché non tutte le materie possono essere incastrate alle ultime ore con questo tipo di piano orario. Per esempio non puoi metterci le materie che fanno due ore settimanali!

    RispondiElimina
  3. E' possibile gestire giorni con orari diversi (rientri per classi, martedì 6 ore e sabato 4 ore). Mi pare non sia possibile. Grazie.

    RispondiElimina
  4. Si: è possibile definire per ogni giorno le ore disponibili per l'insegnamento. Si tratta di "dichiarare" le ore disponibili e lo si può fare sia in modo generico per l'Istituto (tutti gli insegnanti e gli studenti), definendo una base di ore comuni a tutta la scuola, sia in modo mirato, per alcune classi e/o per alcuni insegnanti che si trovano a dover "lavorare" un numero di ore inferiore rispetto a quelle già definite per l'intero Istituto. Tali definizioni di ore disponibili possono essere molteplici e, dato che FET lavora rispettando tutti i vincoli (in AND per intenderci), le effettive ore disponibili (giorno per giorno) saranno quelle definite dal vincolo più restrittivo. Spero di essere stato chiaro...

    RispondiElimina
  5. Sono d'accordo con mb. Io farei così (se ho ben capito il problema): nella scheda ore del giorno metterei il massimo numero di ore possibili, tipo dalle 8.00 alle 16.00.

    Poi, o per classi, o per insegnati, metterei dei vincoli tali che una determinata classe (o insegnante) fa lezione solo in determinate ore del giorno, per esempio il lunedì dalle 8.00 alle 14.00, il martedì dalle 8.00 alle 12.00, il mercoledì dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00.. e così via!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao! Ho trovato i tuoi articoli su FET molto utili. Mi chiedevo però com'è possibile rappresentare i casi in cui uno stesso insegnante insegna a più classi contemporaneamente (pluriclasse)? Grazie per l'aiuto!

    RispondiElimina
  7. Credo sia facile, anche se non l'ho mai fatto. Con riferimento a quest'altro articolo credo ti basti aggiungere un attività a cui assegni più classi.

    Prendi ad esempio l'attività in questa figura
    nella casella relativa a "Studenti" c'è solo la seconda A, ma se vuoi puoi aggiungere tutte le classi che vuoi. Se ne metti due avrai un'attività con due classi contemporaneamente.

    Mai provato, però!!!

    Fammi sapere.

    Ciao

    Fabio P

    RispondiElimina
  8. Salve, grazie per l'aiuto, come si fa a salvare un orario fatto e a stamparlo e anche per stamparlo non trovo il sistema, se metto salva mi salva i dati ma non l'orario. grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'orario, una volta generato, viene salvato automaticamente in una cartella che devi creare all'inizio. Per farlo segui queste istruzioni:

      Può essere utile, in via preliminare, andare a selezionare una cartella di output, che conterrà gli orari prodotti da FET, diversa da quella di default. Per far questo accedi al menù Opzioni / Scegli la cartella di output (eventualmente solo per sapere dove FET mette i risultati) e naviga nel box, creando - se vuoi - una nuova apposita cartella. Questa operazione vale una volta per tutte e non sarà necessario ripeterla, neanche in caso di aggiornamento a nuove versioni di FET.
      https://sites.google.com/site/ilpassodellupo/istruzioni

      Spero ti sia utle.

      Elimina
    2. Per stamparlo, io lo converto in excel, vedi l'articolo

      http://ilmondodellascuola.blogspot.it/2011/09/lorario-fet-un-file-excel-per-importare.html

      Anna

      Elimina
  9. Ti ringrazio innanzitutto per le preziosissime informazioni e spiegazioni, che ho trovato molto utili.
    Volevo poi chiederti come gestisci le ore di alternativa. Nel senso che io so chi le deve fare, ma è del tutto indifferente in quali classi le faccia, per cui non vorrei inserire dei vincoli inutili...
    Grazie!
    Anna

    RispondiElimina

Che ne pensi di questo articolo, ti è piaciuto? Lo trovi interessante? Oppure ti sembra completamente inutile? Hai trovato errori o imprecisioni?

La moderazione, non è attiva, mi riservo il diritto di farne uso in particolari momenti, situazioni o contesti.

Articoli corrlati